Inkanatural, La más completa selección de productos naturista.
  Articoli    
NONI QUALITÁ DI VITA
Commenti(2)   Dillo a un amico email


 

NONI

Migliora la qualitá di vita, visto che i suoi componente apportano elementi con proprietá immunostimolanti, antiipertensive, antiinfiammatorie, antipiretiche, antistamminiche, antibatterianiche e analgesiche.

Il Noni aumenta le difese del corpo, e un corpo con buone difese puó combattere diversi tipi di malattie. Contiene componente che possono aiutare il corpo umano a rigenerarsi celularmente e ad incrementare le dfese dello stesso, in maniera naturale. Sono stati fatti alcuni studi al rispetto con risultati positivi. La maggior parte di noi viviamo vite sedentarie e stressanti. Gli effetti dell’invecchiamento iniziano a fare effetto presto. Dai semplici dolori, mancanza di energía e la indisponibilitá di dormiré, fino alle sfide piú serie come il diabete, la pressione sanguínea elevata e la artrite. Il Noni puó aiutare a prevenire malattie e migliorare la salute.

PROPIETÁ
  1. PREVIENE E PROTEGGE CONTRO IL CANCRO:  la morinda citrifolia potrebbe esercitare una azione preventiva contro il cancro  nella sua tappa iniziale, cioé, la prima fase nella formazione del cancro. Per molti risulta importante l’attivitá antiossidante del NONI ed è una delle ragioni per le quali tante persone hanno informato l’esito all’utilizzare il NONI per combattere il cancro.
  2. ALIVIA SONTOMI DI ARTRITE: ci sono vari modi con il quale il NONI puó dar alivio dagli indesiderati sintomi dell’artrite. Il dolore è la denuncia principale con l’artrite.  Dovuto alle qualitá analgesiche del NONI, puó aiutare ad alliviare il dolore. Si è dimostrato che la Morinda citrifolia contiene scopoletina, che ha effetti antiinfiammatori ed inibitori di istamina, entrambi molto efficaci nella promozione di una rticolazione facile. É possibile che le qualitá del NONI per migliorare le cellule anche minimizzino il danno in articolazioni e altri tessuti relazionati.
  3. COMBATTE LA MALATTIA CARDIACA: puó aiutare con la tensione arteriale alta, la malattia cardiaca e la apoplessia.  Alcuni scientifici credono che la xeronina possa aiutare a promuovere una struttura cellulare sana dentro del sistema circolatorio. Il NONI puó anche disminuire i sintomi di malattia cardiaca.
  4. ABBASSA LA IPERTENSIONE ARTERIALE: nella mia investigazione, l’85 per cento dei consumatori di NONI informarono che la loro pressione sanguínea disminuiva quando prendevano il NONI.
  5. IRROBUSTISCE IL SISTEMA IMMUNITARIO: puó aiutare a irrobustire il sistema immunitario generale ed aiuta a preservare una salute ottima. Puó aiutare a modulare un sistema immunitario sano anche migliorando un sistema che giá funziona bene o stimolando i componente di un sistema insufficente, o disminuendo l’attivitá di un sistema immunitario iperattivo. Il mecanismo che impiega il succo NONI per esercitare queste differenti funzioni si chiama adaptogenesis.
  6. RIDUCE I SINTOMI DI FIBROMIALGIA: molte persone che hanno problema di fibromialgia sentono perdita di energía. Un effetto collaterale molto positivo del NONI è l’aumento di emergia. Il settanta e sette per cento dei pazienti di fibromialgia riportano una disminuzione dei sintomi dopo aver cominciato a prendere NONI.
  7. FORTIFICA LA STRUTTURA CELLULARE: si crede che il Succo NONI fortifica ed aiuta a mantenere la struttura cellulare. Questo puó succedere perchè il Succo NONI attua come un adattogeno che puó aiutare alle cellule “malate” a repararse da se stesse.
  8. AIUTA A CONTROLLARE IL DIABETE: puó aiutare nella regolazione della secrezione di insulina per il páncreas, aiutando cosi a controllare il diabete. Bere NONI puó aiutare ad alliviare sintomi diabetici mediante la proprietá di stimolare la produzione corporale di scopoletina ed indirettamente quella di ossido nítrico. Entrambi sono fattori importante per disminuiré sintomi come quelli della circolazione povera e trastorni della visione.
  9. RIDUCE I SINTOMI DELL’ASMA: puó aiutare a ridurre la gravitá dei sintomi dell’asma a irrobustire e regolare il sistema immunitario e migliorare la struttura cellulare  dei bronchioli.
  10. COMBATTE LA DEPRESSIONE: la capacitá del NONI di regolare sostanze biochimiche naturali tali come gli ormoni celebrali puó essere la ragione per la quale molte persone si sono sentite meno depresse dopo aver bevuto il NONI.
  11. OFFRE ALIVIO DAL DOLORE: alcuni scientifici credono che il NONI sia associato alla produzione corporale di una sostanza biochimica molto importante conosciuta come serotonina, che puó involucrare al sistema xeronina che si crede che aiuti a promuovere la capacitá corporale di prevenire il dolore. Secondo le investigazioni realizzate in Francia il potere analgésico del Noni è equivalente al 75% del potere della morfina senza gli effetti secondari della morfina e senza essere morfina.
  12. AIUTA  APROMUOVERE PERDIDA DI PESO: puó aiutare a che voi perdiate peso al promuovere un sonno migliore, appoggiando la regolazione dei nivelli di zucchero nel sangue; e aumentando la quantitá di antiossidanti nell’organismo.
  13. AIUTA A CONTROLLARE L’ADHD: puó essere utile per quelli che soffrono del trastorno di iperattivitá déficit di attenzione per mezzo della sua capacitá di regolare la produzione di alcune delle sostanze chimiche del cervello, cosi come aumentando la calute cellulare del cervello in generale.
  14. AIUTA  A TRATTARE LA EMICRANIA: risultati preliminari dimostrano che existe una relazione tra Noni e serotonina.  Studi suggeriscono che il NONI è stato clínicamente utile nel trattamento di emicranie.
  15. È ESITOSO NEL TRATTAMENTO DI ADDIZIONI:  é stato detto che il NONI ha avuto esito nell’aiutare con il trattamento di addizioni ad eroina, cocaína, nicotina, alcohol, uso indovuto di droghe di prescrizione e caffeina.
  16. PROTEGGE CONTRO ACV: puó aiutare ad inibire la coagulazione prematura del sangue, impediré che le piastrine si agglomerino formando coaguli associati ad incidente celebro vascolari.
  17. ABBASSA IL COLESTEROLO: è un potente pulitore di radicali liberi che puó contribuire ad abbassare i livelli di colesterolo e ad evitare che si ossidi il colesterolo LDL (colesterolo cattivo).
  18. AUMENTA LA MEMORIA: è utilizzato per il cervello per aiutare nella codificazione della memoria a lungo termine ed a migliorare il flusso sanguíneo al cervello.
  19. IRROBUSTISCE IL SITEMA NERVOSO: puó funzionare come “molecola messaggera” permettendo che le cellule nervose dell’organismo e del cervello si comunicono efficacemente.
  20. STIMOLA LA DISINTOSSICAZIONE: puó aumentare il ritmo di disintossicazione del fegato in piú del 50 per cento.
  21. MIGLIORA LA CONDIZIONE DELLA PELLE: puó essere usato tópicamente. Dovuto a che ha effetti antiinfiammatori ed inibitori di istamina, il NONI puó aiutare a combattere allergie, affezioni cutanee ed infiammazione.

USO MILLENARIO DEL NONI

Il Noni è originario del sud est asiático, concretamente della India. Da lí ha viaggiato al resto della Polinesia assieme con i nativi. Gli indigeni consideravano il Noni una pianta essenziale e per questo la portavano nei loro viaggi. La stessa cosa è successa piú tardi con i polinesiani. Questi usavano il Noni per tutto, dall’estrazione di coloranti all’elaborazione di utili con i suoi rami. Peró, evidentemente, il principale uso del Noni era come pianta medicinale. Al considerarla  tanto preziosa la portarono con loro nei loro viaggi fino ai luoghi del mondo dove oggi si trova. I polinesiani usavano il Noni in tutte le loro preparazioni medicinali con le quali trattavano i problemi di salute che avevano. Il riferimento medico piú antico che si ha del Noni fino ad ora, rimonta a mille di anni fá, agli antichi testi medicinali indiani Sanskrit Ayurvedic.  Non è stato fino al decennio degli anni 50 che il Dr. Heinicke ha iniziato a mettere le basi dello studio del Noni. Piú tardi il Dr. Solomon ha fatto uno studio con piú di 25000 malati che soffrivano di differenti  condizioni. Sono stati trattati con Noni e ha valutato il miglioramento che avevano avuto. Da allora ogni volta di piú gli studi evidenziano i benefici del Noni.

AZIONE ANTIINFIAMMATORIA DEL NONI

L’estratto etanolico del frutto polverizzato ha inibito, in vitro, la cicloossigenasi-1 (COX-1) e ha avuto una concentrazione inibitrice media (CI50) uguale a 163 µg/mL mentre che i controlli con aspirina o indometacina hanno inibito la COX-1 con CI50 uguale a 241 e 1,2 µg/mL rispettivamente. Tuttavia, l’amministrazione del succo del frutto maturo (50% in acqua peso a peso), amministrato in dosi di 20 g di materiale vegetale fresco /kg, per via orale, non ha avuto effetto analgésico nel modelo di contorsioni indotte per acido acético 0,75% intraperitoneale (o,1 mL/10g) in topi OF-1 (F. Morón e altri. Laboratorio Centrale di Farmacologia, risultato non pubblicato).

IL NONI NEL TRATTAMENTO DEL DOLORE

Durante secoli, il frutto del noni è stato usato con sicurezza ed eficacia per il trattamento del dolore; da li che i suoi nomi tradizionali (“l’albero mágico”, “l’albero per il mal di testa”) fanno riferimento a questo fatto. Il naturalista Steve Schechter ha utilizzato questa pianta per il trattamento di differenti dolori cronici, osservando che alleviava i dolori di testa, neuromuscolari e articolari. Nel 1990, uno studio a carico di Younos e i suoi collaboratori, pubblicato nella rivista Planta Medica, ha mostrato che l’amministrazione di Morinda Citrifolia aveva una importante attivitá analgésica centrale e non presentaba effetti tossici.

IL NONI E LA FIBROMIALGIA

Come abbiamo detto prima non si conoscono i meccanismi che fanno che il Noni attui contro il dolore peró si sa che la sua assunzione ha supposto un alivio notevole in caso di fibromialgia. Molto pií, sintomi tipici come i trastorni del sonno, la emicrania, l’ansietá e la depressione migliorano anche con la sua assunzione. L’ipotesi usata come la piú possibile è che stimola la produzione e liberazione di serotonina, neurotrasmettitore la cui mancanza si traduce in sensazione di dolore. E non dimetichiamo che il Noni contiene triptófano, essenziale nella biosentesi della triptamina, serotonina, melatonina e acido nocotinico. Come è risaputo, la melatonina riduce l’ansietá, attiva il sistema immunitario, ha effetti antidepressivi e si utilizza per indurre al sonno. Per questo si raccomanda ingeriré Noni come coadiuvante nei trattamenti contro la fibromialgia.

STUDI SCIENTIFICI SULL’EFFETTIVITÁ DEL FRUTTO DEL NONI
NONI NEL CANCRO
Il frutto, in concentrazioni di 5% v/v, ha inibito in maniera significativa, comparando con i controlli di volumi equivalente di soluzione salina 0,9%, l’iniziazione di nuove gemme vascolari in espianti di vena placentaria umana. Tali concentrazioni di succo ridussero anche la velocitá del crescimento e la proliferazione di gemme capillari di nuovo sviluppo. La concentrazione del 10% di succo nel mezzo del coltivo, ha indotto degenerazione vascolare ed apoptosi nei pozzi con cellule capillari stabilite ai pochi giorni di essere stata applicata.  Gli autori anche hanno trovato che il succo, in concentrazione del 10% nel mezzo del coltivo, ha inibito la inizziazione capillare in espianti di tumori mammari umani e in espianti tumorali, con gemme capillari, i vasi degenerarono rápidamente.  I modelli, prima menzionati, di matrice di coagulo di fibrina tridimensionale con espianti di vena placentaria e di tumore del seno umani, sono modelli per valutare lo sviluppo  angiogenico vascolare. Uno studio realizzato con succhi di noni tahitiano, commercializzati come supplementi dietetici, amministrati al 10% nell’acqua da bere durante 1 settimana, ha impedito la formazione di un adductus di 7-12 dimetilbenz [a]antracene (DMBA)-DNA. Le concentrazioni di DMBA-DNA furono ridotte nel cuore (60%), il fegato (42%) e i reni (80%) in topi femmine Sprague-Dowley. Tuttavia, l’effetto è stato molto maggiore in topi C57BL-6 maschi, i uqlai hanno ridotto il DMBA-DNA nel cuore (60%), il fegato (70%) e I reni (90%). Il succo ha avuto effetto antiossidante In vitro che fu comparabile con il prodotto per vitamina C, polvere di semi di uva e pycnogenol in dosi equivalente alle giornalmente raccomandate negli Stati Uniti. Questi risultati hanno fatto si che gli autori suggerissero che si potesse contribuiré a prevenire il cancro. Una frazione arricchita di polisaccarido del succo ha avuto effetti profilattici e terapeutici potenziali contro il modelo di Sarcoma 180 sensibile a immunomodulatori. L’attivitá antitumorale di questo estratto ha prodotto una cura del 25 al 45 % in topi allogenici e l’effetto è stato abolito completamente per l’amministrazione simultanea di inibitori specifici di macrofagi (2-cloro adenosina), di cellule T (ciclosporina) o di cellule assessine  naturali (anticorpo GM1 antiasialo). La frazione ha prodotto effetti sinergici benefici quando è stato combinato con farmaci antineoplastici come cisplatino, adriamicina, mitomicina C, bleomicina, etopóside, 5-fluoruracile, vincristina o camtotecina.  Non è stato favorevole quando si è associato con paclitaxel, arabinoside di citosina o farmaci antitumorali  immunosoppressori come ciclosfamide, methotrexate o 6-tioguanina. É stato anche favorevole  l’amministrazione assieme con citocina Th1 e interferone gamma, peró l’attivitá è stata abolita quando si combinó con citocina Th2, interleucina-4 o interleucina-10; Ció suggerisce  che la frazione induce, in vivo, uno stato immune dominante Th1. L’associazione della frazione con imexon, un immunomodulatore sintetico, è stata anche beneficiosa; peró non è risultata favorevole la combinazione con il copolimero MVE-2, un immunemodulatore di alto peso molecolare, interleucina-2 o interleucina-126. Una frazione rica in polisaccaridi del succo della frutta, con attivitá antitumorale nel modelo di carcinosi peritoneale del polmone di Lewis (LLC),  ha incrementato in maniera significativa la sopravvivenza di topi portatori di tumore LLC isogenico. Non ha avuto effetto citotossico significativo nella coltivazione di cellule di LLC, LLC1; peró ha potuto attivare essudato di cellule peritoneali (PEC) per trasmettere tossicitá quando è stato coltivato assieme con cellule tumorali. Questo suggerisce che la frazione ha soppresso la crescita tumorale per mezzo della stimolazione del sistema immune dell’ospite. Il trattamento assieme all’agente immunosopressore 2-cloroadenosina (C1-Ade) o con ciclosporina A (cys-A) ha diminuito l’effetto della frazione del succo, sostentando un mecanismo immunomodulatore. Inoltre la frazione ha liberato vari madiatori di cellule effetrici murine, come: fattore alfa di necrosi tumorale (TNF-alfa), interleucina-1beta (IL-1beta), IL-10, Il-12 p70, interferone-gamma (IFN-gamma) e ossido nítrico (NO); peró non ha avuto attivitá sull’ IL-2 e ha soppresso la liberazione del IL-4. L’incremento del tempo di sopravvivenza e la curazione sono successi al combinare dosi sub-ottimali di chemioterapici come: adriamicina, cisplatino, 5-fluorouracilo e vincristina; quello che suggerisce l’applicazione clínica della frazione polisaccarida del succo come complemento nel trattamento del cancro.

IL NONI E LA IPERTENSIONE ARTERIALE
L’ipertensione arteriale è típica del modo di vita occidentale al punto che si considera “una malattia della civilizzazione”. E anche se in realtá non è una “malattia” si sa che la soffrono sono piú vulnerabili a altre complicazioni: Sono cinque volte piú minacciati per un infarto del miocardio di quelli che non la soffrono e sono sette volte piú propensi a sviluppare congestioni celebrali. La dott.ssa Monica Harrison –di Maryland- ha trattato con Noni casi di ipertensione che non rispondevano alla medicazione abituale riuscendo a normalizzarla in solo due mesi. Probabilmente di debe a che la scopoletina presente nel Noni dilata i vasi sanguinei, attua contro le infiammazioni e normalizza la pressione sanguínea abbassandola se è alta e alzándola se è bassa. Il Noni ha anche effetti antistamminici e aiuta a combattere l’artrite e la tendovaginite.

IL NONI E IL SISTEMA IMMUNITARIO
Dobbiamo aggiungere che il Noni irrobustisce il sistema  immunitario producendo macrofagi e linfociti, componenti vitali delle difese naturali dell’organismo. Contiene anche vari agenti antibateriani di eficacia comprovata in casi di batteri infettivi come la acubina, lalalael Bacillis subtilis e la Escherichia coli. Da li che il Noni abbia dimostrato il suo uso in infezioni della pelle, raffreddori, stati febbrili e altri problema di salute causati per batteri. Staphylococus aureus, Proteus morgnii, L. Pseudomonas aeruginosa, Solo ci rimane da dire che il Noni manca di controindicazioni peró si raccomanda cominciare prendendo dosi piccole e stare attenti ai suoi effetti.  E se fino ad oggi non si sono descritti effetti contrari si raccomanda che le persone in stato di gravidanza non lo prendano visto che ancora non si è potuto studiare sufficentemente i suoi possibili effetti nel feto.  Sebbene che la sua ingestione durante mille di anni nella Polinesia indichi che non ci sono controdindicazioni importante. Comunque, chi si sta medicando con anticoagulanti o hanno tendenza ad emorragie dovrebbero consultare il suo medico prima di prenderlo.

LA IMPORTANZA DEL SUO ALTO CONTENUTO IN XERONINA

Il Noni è inoltre la principale fonte di proxeronina y proxeroninasa che si conosce. Scoperta per il biochimico nord americano Ralph Heinicke – della Universitá di Hawai – la proxeronina è una molecola che si immagazzina nel fegato e questa libera nel sangue ogni due ore per essere ulteriormente trasformata in xeronina, un alcaloide metabolizzato per le nostre cellule per regolarizzare numerose funzioni fisiologiche. E secondo questo investigatore una delle sue principali funzioni è la regolazione della conformazione dello spazio delle proteine cosi come della sua manutenzione che fa si che la xeronina intervenga in tutti i livelli della vita della cellula. Una volta che è trasportata attraverso il sangue fino ai diversi tessuti del corpo la xeronina si combina con serotonina, ormona prodotta nel cervello che interviene nella regolazione di varie funzioni dell’organismo come lo stato d’animo o il sonno. Molto piú, la xeronina si combina con molte proteine nel corpo che non possono svolgere le loro funzioni senza di lei.
Detto questo  è importante sapere che lo stress, la vita sedentaria e l’atteggiamento negativo riducono il livello di xeronina e che per compensare questa mancanza il corpo umano precisa che si apporti proxerosina con il fine di produrla. E il frutto del NONI la contiene in abbondanza cosi come molti degli enzimi che l’organismo ha bisogno per il buon funzionamento delle cellule e organi. Si crede anche che l’invecchiamento prematuro potrebbe essere relazionato con una disminuzione nel corpo di xeronina e da quello dar luogo inoltre allo sviluppo di patologie come il cancro, il diabete, l’artrosi e altre malattie tipiche delle persone maggiori.

COMPOSIZIONE DEL NONI

Le principali sostanze nel Noni sono:

Alcaloidi.
Il Noni contiene 10 alcaloidi differenti che, in generale, hanno effetti benefici in piccole dosi peró possono risultare tossiche in dosi elevate. Spiccano comunque questi:
- Dammacanthal. Questo alcaloide è considerate una delle sostenze vegetali naturali piú potente per combattere il cancro. É stato comprovato che aumenta la produzione di fagociti.
- Xeronina. Attiva piú di 220 enzimi. Inoltre aiuta a ridurre le dipendenze, tali come il tabacco o l’alcolismo.
- Escopolamina. Attua come dilatatore delle pupille e aiuta nel “jet lag”. Come parasimpatolitico inibisce la trasmissione dell’impulso nervoso verso le terminali nervose parasimpatiche.
- Morindina e Morindadiol. A questi alcaloidi si attribuiscono effetti anticancerogeni; Sono oggetti attualmente di numerosi studi.
Acidi
Il Noni contiene vari acidi tra i quali spiccano l’acido caprilico – potente antimicótico -, l’acido caproico – fingicida ed insetticida – o l’acido uronico – disintossicante visto che contiene acido glucuronico che è sintetizzato nel fegato per la disintossicazione.
Amminoacidi
Il Noni è sumamente rico in amminoacidi, specialmente in:
- Alanina. Essenziale per il metabolismo degli zuccheri e degli acidi organici.
- Arginina. Essenziale per i bambini, esercita una importante funzione nella disintossicazione di ammoniaco nel corpo.
- Cistina. Eccellente aiuta in casi di anemia perniciosa, malattie della pelle e disturbi epatici.
- Fenilanina.  Molto importante per tutto il metabolismo. É presente in quasi tutte le proteine. Un déficit di questo amminoaciso o trastorni nelle sue funzioni possono condurre a malattie metaboliche o organiche gravi.
- Glicina. Portatrice della struttura del collagene contribuisce a controllare il neurotrasmettitore inibitore piú importante della motricitá. Indispensabile per la curazione delle ferite.
- Isoleucina. Indispensabile in numerosi processi biochimici.
- Leucina. Inprescindibile per la sintesi di proteine.
- Lisina. Molto importante nella formazione di ossa in bambini e giovani. La sua mancanza si nota in possibili trastorni nell’equilibrio acido-basico. Interviene nella produzione di anticorpi, ormoni ed enzimi.
- Metionina. Attua contro infezioni delle vie urinarie e contro la insufficenza renale crónica. É il somministratore fisiológico piú importante dei gruppi metilo e di azufre. I trastorni nel riassorbimento di metionina possono portare a incapacitá mentale, spasmi, diarree fetide e ad un brizzolato prematuro.
- Prolina. É uno degli amminoacidi che formano le proteine. É anche un componente importante del collagene.
- Tirosina. É il precursore diretto alla melanina, la dopamina, l’adrenalina e la tiroxina.
- Triptofano. Essenziale nella biosintesi  della triptamina, la serotonina, la melatonina e l’acido nicotínico. Ha effetti antidepressivi e si utilizza anche per indurre il sonno.
- Valina. Amminoacido importantissimo nella degradazione biochimica di differenti amminoacidi e di acidi grassi dispari. Svolge una funzione importante nella produzione di proteine

CARATTERISTICHE
Il Noni o “mora dell’India” (Morinda citrifolia) è un piccolo albero o arbusto perenne, della familia delle rubiacee, che cresce da 3 a 7 metri. É una pianta originaria del sud est asiático peró oggi giorno la possiamo incontrare in differenti zone dell’Indonesia, India, Australia, Nuova Zelanda, Malasia, Hawai e le isole del Caribe. Anche se la zona naturale di questa pianta è la Polinesia francesa la cui isola piú conosciuta è Tahiti. Si considera che il Noni di Tahiti è quello di miglior qualitá nel mondo, dovuto forse a che cresce a maggior alteza e a che le isole conservano ancora le loro condizioni ambientali primitive.
Dalla pianta si puó approffitare di tutto, dai semi, radici, foglie, corteccia e fiori, fino ai frutti. Con la corteccia e le radici si fabbricano le tinte dei colori, peró la parte piú conosciuta sono i suoi frutti. Il Noni fa frutti tutto l’anno e hanno la forma e la grandeza di una patata.  Il suo sapore ed odore sono molto intensi, peró questo non significa che è stato usato come fonte di cibo.

DOSI:
Raccomandiamo ingeriré 2 capsule, tre volte al giorno, con i pasti.

INKANATURA – 27/04/2010    Raccomandare a un amico

Commentari
Scrivi un tuo commento o domanda

Nome
e-mail
Scriva suo commento

Inviare

HERCAMPURI BRUCIAGRASSI NATURALI

HERCAMPURI: Attua come disintossicante e diurético, brucia il grasso del corpo regolando il metabolismo riducendo l’eccesso di grassa del corpo.

Pianta originaria della Sierra Peruviana, conosciuta e raccomandata per le sue proprietá come epatoprotettore e riduttore del colesterolo. L’hercampuri è raccomandato per il fatto che attua come disintossicante e diurético, brucia la grassa del corpo regolando il metabolismo riducendo l’eccesso di grassa del corpo senza rischio di causare anoressia e riduce i rischi di problema cardio vascolari.

Hercampuri è un disintossicante sanguíneo che aiuta a rimuovere i lipidi di bassa densitá del sangue. Facilita la circolazione e dovuto alla sua azione diurética si usa per normalizzare la pressione sanguínea. Hercampuri aiuta a energizzare l’organismo per il fatto che contribuisce a bilanciare il metabolismo visto che migliora la circolazione.

Benefici dell’Hercampuri
- Facilita la secrezione e l’escrezione di bile
- Epaprotettore (tonifica, regola, rinforza, disintossica e protege il fegato, anche regola gli enzimi)
- Diuretico (tonifica, regola, rinforza, disintossica e protege i reni, aiuta a ridurre l’acido urico)
- Riduce il colesterolo
- Ipoglicemico

Principi Attivi
Sostanza amara di tipo glicosidico: eritaurina, amarogencina, genciopicrina. Glicosidici amari: gencina, genciomarina. Sostanza cristallizzabile:

Eritrocentaurina: Lattoni insaturi: genciopicrósidos. Xantonas: 1,8-OH-3,5-OMexantona, 1-OH-3,5-OMe xantona, 1,3,7,8-OH xantona, 1,3,5-OH xantona, 1,3,5,6-OMexantona, 1,3,7-OH xantona, 1,3,6,7-OH-2-C-glucosil xantona, 3’,4’,5,7-OH-6-C-glucosil flavona,1,3,5-OH-8-O-glucosil xantona. Altri: zucchero invertito, oli volatili, mucillagini, tanini,

Acido genziana, emicellulosa, alcaloidi, glicosidi saponine, cere, resine, secoiridoidi.

Sostanze minerali: Alluminio, calcio, cloro, magnesio, potasio, sodio.

La eritaurina (sostanza amra dell’hercampuri), assieme ai glucocidi e principia mari, le danno le proprietá di colagogo (facilita la secrezione della bile), colerético (secrezione es escrezione della bile), ipocolesterolemizzanti (riduce il colesterolo), e diurético (aumenta la secrezione dell’urina).

Come attua l’Hercampuri?
Non si conoscono con certeza i principi attivi nè il mecanismo di azione dell’attivitá ipocolesterolemica dell’Hercampuri. Si crede che si suoi effetti si debbano a la gran quantitá di principi amari della pianta, i quali stimolerebbero la secrezione di acidi biliari e come conseguenza di questo diminirebbe i livelli di colesterolo a essere questo immobilizzato per essere trasformato in acidi biliari.

In generale, le specie della familia delle gentianaceas si caratterizzano per possedere  secoiridoidi e xanthones di speciale interesse per essere forti inibitori della Mono Ammino Ossidasi ed essere forti marcatori chimici.

STUDI FARMACOLOGICI

Pre-clinica:
Llanos Rebaza e Lamoca Sanchez, in uno studio sperimentale <> con grupo testimone e modello (colestipol) in conigli con ipercolesterolemia indotta, dimostrarono che il decotto di Gentianella alboroseae alla dose di 77 mg e 134mg/kg di p.c. esercita effetto ipocolesterolemico ed è di intensitá simile al colestipolo alla dose di 286mg/kg p.c., essendo quello di minor dose quello che produce maggior effetto. Conclusero che Gentianella alboroseae riduce i livelli di colesterolo e LDL ed incrementa leggermente le HDL e VLDL.

Si è potuto anche dimostrare in test biologici la sua azione ipoglicemiante,

Cortijo e Rodriguez (Trujillo 1998), determinarono che l’infuso di G. alboroseae a dosi di 150 e 300mg d’estratto secco per chilogrammo di peso, esercita un effetto diurético simile l’uno all’altro ed a idroclorotiazide  a dosi di 2mg/kg p.c., peró è minore al prodotto per furosemide a dosi di 10mg/kg p.c.

Clinica:

Nella esperienza clínica si evidenza disminuzione del colesterolo-LDL nella sangue, mobilizzandolo per essere trasformato in acidi biliari. É un depurativo apático per eccellenza; La sua azione colagoga di debe alla gran quantitá di sostanze amare che contiene. Inoltre è un regolatore del metabolismo dei grassi, per cui si utilizza per ridurre l’obesitá di tipo exogenol.

COMPOSIZIONE CHIMICA
Contengono eritaurina, xantonas (formate per ciclizzazione di bezofenonas), come tutte le gentianaeas, alcaloidi, glicosidi 1,6,8, cumarine, sostanza amara di tipo glucosidico, sostanze antraceniche, zuccheri (gencianosa, gecibiosa e sacarosa), tannini, triterpenoidi, leucoanthocyanidins, catequihas3.4, saponine, resine, cere, hemicefulosa, eventuale presenza di acidi fenolici, fitosteroli e altri; contiene inoltre: aluminio, calcio, magnesio, potasio, sodio, clorol e anche si riporta sesquiterpeni con uno scheletro chiamato alborosin.

DESCRIZIONE
La parola “Hjircan pureck” è di origine quechua e significa “quello che cammina di villaggio in viallaggio”, facendo riferimento ai medici dell’incanato che ricorrevano i villaggi portando nelle loro bisacce diverse piante di uso medicinale.

La familia Gentianaceae consiste in circa 75 generi ed approsimativamente 1000 specie di distribuzione cosmopolita, peró piú comune nelle regioni températe e subtropicali e in piccole montagne tropicali. Il genere piú grande è Gentianella, con 400 specie.

Erba piccola (5 cm) perenne di radice contorta agrietata, stelo corto di colore Marrone scuro, le foglie sono piccole da 0.5 a 1 cm, rette, opposte, semplici, lanceolate, sessili, di colore verde scuro. I fiori sono piccoli (o.5 a 1.5 cm) di colore lilla o violetta, ermafrodite, raggruppate in infiorescenze cimosas. Frutto in capsula dehicente con gran numero di semi di colore Marrone scuro o nero.

Ubicazione nel Perú:

Cresce nella regione altoandina tra i 2800 e i 4300 mslm nella puna di  Puno, Huánuco, Junín, Ayacucho, Ancash, Amazonas, Cusco, Cerro de Paseo, Cajamarca.

PRESENTAZIONE

Capsule di 300 mg
Via di amministrazione: Orale
Dosificazione: 1 a 3 capsule al giorno
Controindicazioni: Non si hanno riportato
Precauzioni: Interrompere l’uso dopo 2 mesi per un periodo di una settimana, no amministrare durante la gravidanza
Reazioni contrarie: Non si hanno riportato

 
INKANATURA - 07/12/2016   Dillo a un amico
     
     
 
 
Scrivi il tuo commento o una domanda
Solo rispondiamo a domande di carattere tecnico e commerciale, non possiamo rispondere a domande mediche. Grazie.
 
   
Nome o Alias:  
e-mail  
Scrivi il tuo commento:  
   
     
 
Commenti(2)
     
  1  

1 oltre che trovarlo presso di voi dove lo posso trovare questo prodotto, io sono stato operato da un tumore posso prenderlo e in quanta quantità giornaliera grazie
    angelo - 27/10/2012

  Buongiorno, grazie per il vostro interesse nei nostri prodotti. Si aconsiglia prendere 2 capsule con gli alimenti. In momento, solo si vende online, nella pagina web: http://www.inkanatural.com/it/detalle.asp?par=168_181&ID=641&nm=
    Inkanatural - 21/11/2012
  1  
 
 
 
 
Prodotti consigliati
Noni in capsule (100 x 500 mg)


EUR 14,00 // USD 15,40 // PEN 35,00

Farina concentrata di Noni Amazzonico (200 gr)


EUR 15,00 // USD 16,50 // PEN 37,50

 
Articoli correlati
 
 
 
 
 
 
 
 
Inkanatura World Peru Export SAC., 2008 - 2016
Menzioni legali Mappa del sitio Costo Spedizione Info Spedizione Condizioni di vendita Sicurezza
Le informazioni contenute in questo sito sono solo a scopo informativo. Non sono una sostituzione al trattamento medico e non deve considerarsi come sostituto per le prescrizioni o trattamenti. I prodotti presenti in questo sito non sono farmaci ma integratori alimentari e cosmetici. Non devono sostituire qualsiasi trattamento medico. Consultare sempre il vostro professionista sanitario.
Info: Veneno de serpiente - Aguaje - Maca nera - Huanarpo Maschio - Alpiste - Cacao - Yacon - Camu camu - Baba de caracol - Aguymanto